Addio a don Antonio Spezia

Facebooktwittermail

Questa mattina, presso la sorella e la nipote a Crusinallo, proprio nella memoria di san Bernardino, patrono della parrocchia di Artò, è mancato don Antonio Spezia. Aveva ottantasette anni. Pur nel graduale declino delle forze e della salute, la morte è arrivata improvvisamente, all’inizio di una giornata normale nella serenità della vita domestica e nell’affetto dei suoi cari.

Don Antonio Spezia è nato a Crusinallo il 22 novembre 1932 ed è stato ordinato prete a Novara, da Mons. Gilla Vincenzo Gremigni, il 29 giugno 1958.  Da giovane prete, dal 15 agosto 1958 al 22 luglio 1964, è stato vicario parrocchiale di san Martino in Novara.

Per circa cinquantacinque anni, a partire dal 1964, ha poi accompagnato le parrocchie di San Bernardino in Artò con Centonara e di San Giacomo in Boleto, nel comune di Madonna del Sasso, concludendo questo lungo e fedele ministero il 28 febbraio 2019. Un servizio pastorale durato più di mezzo secolo! In occasione della rinuncia da parte di don Antonio, per età e salute, il Vescovo gli ha espresso profonda riconoscenza, a nome della nostra chiesa novarese, per questa dedizione e generosità sacerdotale. Rivolgendosi ai parrocchiani, Mons. Franco Giulio Brambilla scriveva: “Possiamo dire che don Antonio ha legato profondamente tutta la sua vita con la vostra, accompagnando le comunità parrocchiali di Boleto e di Artò e curando con amore l’incantevole santuario della Madonna del Sasso, meta di tanti pellegrini e turisti affascinati dalla bellezza del luogo, oltre che chiesa di celebrazione di molti matrimoni”.

Al termine di questa lunga stagione pastorale don Antonio Spezia si è trasferito presso i parenti a Crusinallo, che lo hanno accolto con affetto e lo hanno accompagnato nella serenità del suo ultimo tratto di strada.

Ricordiamo con simpatia questo nostro confratello per il suo carattere e il suo spirito; pronto alla battuta, piuttosto scherzoso, portato a ridimensionare eventuali problemi o difficoltà. Lo affidiamo all’incontro con Cristo risorto per l’intercessione della Vergine Maria, il cui santuario ha custodito con amore e devozione.

Nella chiesa parrocchiale di Crusinallo sarà celebrato il funerale venerdì 22 maggio alle ore 16. Il rosario sarà recitato domani sera alle ore 20.30 nella chiesa parrocchiale di Artò.

don Gianluigi Cerutti
Vicario episcopale per il clero e la vita consacrata