Addio a don Francesco Belletti

Facebooktwittermail

Alle ore 01.30 di oggi, inizio della Quaresima, don Francesco Belletti ha vissuto nella serenità e nella pace il suo passaggio pasquale, all’età di 91 anni.

Don Francesco è nato a Galliate il 16 novembre 1928 ed è stato ordinato prete a Galliate il 28 giugno 1969 da Mons. Placido Maria Cambiaghi. Era entrato in seminario da vocazione adulta, diplomatosi ragioniere e dopo avere lavorato in banca. Ha iniziato a svolgere il ministero come vice parroco presso la parrocchia della Madonna Pellegrina a Novara, fino al 1974, diventando poi parroco a S. Pietro al Rosario in Novara, impegno mantenuto fino al 1983. Intanto, dal 1 luglio 1970 ha assunto la responsabilità di economo della diocesi, mantenendo l’incarico fino al 30 settembre 2012. In questo periodo è stato anche vicario episcopale. Il 1° gennaio 1984 è stato nominato canonico della Cattedrale di Novara. Dall’ottobre 1992 al 31 dicembre 2012 ha ripreso la collaborazione presso la parrocchia della Madonna Pellegrina di Novara. A questa comunità è rimasto legato con affetto, nella fraternità con gli altri sacerdoti della parrocchia dove offriva volentieri alcune collaborazioni soprattutto per le confessioni. Quiescente dal 2012, in seguito alle più precarie condizioni di salute è stato ospitato dalle Sorelle della Carità presso l’istituto Sacro Cuore in via Solferino a Novara. Dopo ripetuti ricoveri ospedalieri, con l’aggravarsi delle condizioni complessive si è reso necessario, dallo scorso 24 gennaio, il trasferimento alla Pia Casa della Divina Provvidenza nel reparto che ospita alcuni sacerdoti. Un improvviso peggioramento ha richiesto ieri di intervenire in pronto soccorso all’ospedale, dove don Francesco è mancato all’inizio di questa giornata.

Ricordiamo con gratitudine e affetto questo nostro confratello che affidiamo nella preghiera all’abbraccio del Padre e all’incontro con Cristo risorto, per l’intercessione di Maria Madre della Chiesa.

Secondo le disposizioni delle Autorità, in riferimento alla misura sanitaria precauzionale per il “coronavirus”, la salma di don Francesco sarà accolta in forma privata al cimitero di Galliate per la benedizione e la sepoltura. Salvo controindicazioni, la celebrazione di suffragio si svolgerà in Cattedrale, nella trigesima, il 26 marzo alle ore 20.45.

don Gianluigi Cerutti
Vicario episcopale
per il clero e la vita consacrata