Al via #routenovara 2017: giovani in cammino per riflettere sulla propria vocazione

Facebooktwittergoogle_plusmail

«Rischiate! Mettetevi sulla strada e fate squadra! Il Vangelo di oggi ci indica quattro verbi per farlo. Anzitutto “cercare”. Non abbiate paura di non trovare, quando meno ve lo aspetterete la vita vi metterà di fronte alle risposte. Poi “Dimorare”. E’ il qui e l’adesso in cui vivere il vostro sogno, trovare il senso a tutta la vostra vita. Il terzo è “Venite”: l’invito del Signore che ci chiama ad uscire dalle nostre certezze. E infine “Vedrete”: bisogna guardare per ascoltare e ascoltare per vedere di più e meglio».
Con l’intervento del vescovo Franco Giulio Brambilla, ha preso il via questa mattina la Route di Mergozzo dal titolo “Scegliere”, primo passo il diocesi verso il Sinodo dei giovani 2018 voluto da Papa Francesco.
La formula dell’incontro – riproposto dopo 15 anni – è quella che negli anni ’90 era diventata tradizione:  ci si dividerà per gruppi in base all’età (due le fasce: dai 16 ai 19 anni e dai 20 ai 30 anni) e ci si metterà in cammino sui sentieri del monte che domina il lago di Mergozzo sino alla chiesa di San Giovanni Battista.
Quattro gli ambiti di riflessione: “Giovani e speranze, il senso della vita” – dedicato alla riflessione sui percorsi di fede – “Giovani e progetto di vita” – più specificamente dedicato ai percorsi vocazionali – “Giovani e testimonianza, carità e missione” – sull’impegno nell’ambito caritativo – e “Giovani e luoghi della vita”, che entra nel quotidiano e nei diversi spazi sociali che i giovani abitano.
Video interviste, foto gallery e aggiurnamenti su www.facebook.com/giovaninovara.