Annunciate nuove nomine per parroci e responsabili di pastorale giovanile

Facebooktwittergoogle_plusmail

Nelle messe vigiliari di sabato 22 e poi in quelle di domenica 23 giugno è stata data comunicazione ai fedeli di alcuni spostamenti e nuove nomine che riguardano i sacerdoti diocesani, tra le quali la destinazione dei cinque nuovi preti, ordinati lo scorso sabato 15 giugno. Gli incarichi avranno inizio ufficialmente a settembre, al via del nuovo anno pastorale.

BASSA NOVARESE

Dopo il trasferimento dello scorso 2 giugno di don Andrea Mosca alla guida della comunità di Pernate, le parrocchie di Garbagna, Tornaco e Nibbiola erano in attesa di un nuovo parroco. Il vescovo Franco Giulio, in accordo con il Consiglio episcopale novarese, ha nominato parroco di Tornaco don Gianfranco Regalli, che manterrà anche la responsabilità pastorale di Borgolavezzaro. «Don Gianfranco, che è anche il moderatore della vostra Unità pastorale missionaria, favorirà il cammino comune richiesto a tutte le parrocchie della nostra Chiesa novarese e sarà aiutato, quando necessario, anche dagli altri sacerdoti della zona», ha scritto il vescovo ai parrocchiani. Garbagna e Nibbiola saranno invece affidate a don Diego Lauretta. Don Diego è uno dei neo-ordinati: 46 anni, arrivato al sacerdozio dopo una lunga esperienza lavorativa, «viene tra voi – ha scritto il vescovo – con una ricca esperienza umana».

TRECATE

Dopo la partenza nello scorso dicembre di don Mauro Baldi (nominato amministratore parrocchiale di Lesa, Villa Lesa, Solcio, Calogna-Comnago e Belgirate), a Trecate arriva don Alessandro Cosotti, per occuparsi in particolare dei giovani. «Don Cosotti, prete da dieci anni, ha abitato nell’oratorio di Carpignano Sesia, ma ha lavorato con tutti i ragazzi e i giovani delle parrocchie dell’UPM della Bassa Valsesia, coordinando il lavoro pastorale – ha scritto in una lettera il vicario generale don Fausto Cossalter al parroco don Ettore Maddalena -. Ha testimoniato e condiviso una bella fraternità sacerdotale con gli altri sacerdoti e sono certo che saprà inserirsi con disponibilità e intelligenza nel cammino della tua parrocchia e dell’oratorio, in una piena collaborazione con gli altri operatori pastorali, laici e sacerdoti». Sono certo, ha proseguito, «che lo accoglierete con gioia per continuare il cammino tracciato prima da don Mauro e nell’ultimo anno da don Manuel».

BASSA VALSESIA

Sarà proprio don Manuel Spadaccini – che nell’ultimo anno da diacono aveva prestato servizio a Trecate – a sostituire come vicario parrocchiale don Alessandro nel lavoro per la pastorale giovanile dell’UPM Bassa Valsesia (che riunisce le parrocchie di Briona, Carpignano Sesia, Mandello Vitta, Sillavengo, Sizzano, Ghemme, Fara e Castellazzo Novarese). «Come è stato per don Alessandro – ha scritto don Cossalter -, don Manuel abiterà presso l’oratorio di Carpignano e si occuperà della pastorale giovanile di tutta l’UPM».

MADONNA PELLEGRINA

Un nuovo coadiutore anche per una parrocchia novarese: la Madonna Pellegrina. Ad affiancare il parroco don Franco Belloni sarà don Massimiliano Maragno, attualmente responsabile della pastorale giovanile a Cannobio. «Don Massimiliano è un giovane sacerdote ordinato nel 2008 – ha spiegato il vicario generale nella sua lettera -. I primi due anni li ha vissuti come coadiutore nella parrocchia di Grignasco e ora, da nove anni, è a Cannobio. Il suo lavoro pastorale è stato soprattutto con i giovani dell’oratorio, ma ha assicurato anche una presenza nelle diverse parrocchie della Valle Cannobina. Ora con generosità ha accettato di iniziare questo nuovo cammino alla Madonna Pellegrina per unirsi a te, a padre Luigi e a don Maurizio nei diversi impegni che la tua grande parrocchia richiede».

CANNOBIO

A raccogliere il testimone sul fronte dell’impegno con i giovani a Cannobio sarà un altro dei neo-ordinati, don Alessandro Ghidoni: «Don Alessandro è ancora giovane, è nato nel 1993, e viene con l’entusiasmo e la grazia degli inizi del ministero», ha scritto, nella lettera al parroco don Mauro Caglio, don Cossalter.

OSSOLA

Le parrocchie di Crevoladossola, Preglia, Trasquera e Varzo – guidate dal parroco don Marco Piola – saranno il primo incarico pastorale per don Andrea Lovato, anch’egli ordinato lo scorso 15 giugno.  «Don Andrea è  nato nel 1974 a Novara ed è originario della parrocchia di Santa Rita – ha spiegato don Cossalter -. Viene tra voi nel pieno della maturità, poiché prima di entrare in seminario ha vissuto una lunga esperienza lavorativa».

OLEGGIO

Novità anche ad Oleggio, dove il coadiutore del parroco don Massimo Maggiora, don Giorgio Malvestio, è stato recentemente nominato amministratore parrocchiale a Briga Novarese. A sostituirlo arriverà «don Riccardo Crola, giovane sacerdote ventiseienne, ordinato la scorsa settimana in cattedrale a Novara – ha scritto il vicario generale al parroco-. Don Riccardo viene con grande entusiasmo. A te e alla tua comunità il compito di accoglierlo e di accompagnarlo nei suoi primi passi, introducendolo nei diversi impegni pastorali che la tua impegnativa parrocchia richiede».