Giornata per la Custodia del Creato: il 18 settembre pellegrinaggio diocesano sul Lago Maggiore

Facebooktwittermail

Il prossimo sabato 18 settembre, in occasione della XVI Giornata per la Custodia del Creato del  1° settembre, la diocesi di Novara propone un pellegrinaggio guidato dal vescovo Franco Giulio, con un viaggio in battello sul Lago Maggiore da Arona a Verbania-Intra. «Vorremmo quest’anno proporre a tutte le nostre comunità una nuova iniziativa per valorizzare questa giornata sul nostro bellissimo territorio – spiega don Giorgio Borroni, direttore della Caritas e responsabile della pastorale del lavoro, giustizia pace e salvaguardia del creato -. Insieme al nostro vescovo, mons. Franco Giulio Brambilla, abbiamo pensato di realizzare un pellegrinaggio sul Lago Maggiore con la motonave ibrida “Topazio”; la prima motonave “green” in Italia».

La proposta e le modalità di iscrizione

Il ritrovo è previsto alle 8.45, con partenza da Arona e con tappe a Santa Caterina (visita all’Eremo) e a Baveno (visita alla Chiesa e al Battistero Romanico e pranzo al sacco). L’arrivo a Intra è previsto per le 14.30 con  la Santa Messa in Basilica. Rientro in battello ad Arona è previsto alle 18. [SCARICA IL VOLANTINO]

Per partecipare all’iniziativa è necessario iscriversi entro martedì 7 settembre. Per informazioni e iscrizioni è possibile scrivere a lavoro@diocesinovara.it o telefonare (in orari di ufficio) al 333-6718213. Il costo è di 15 euro. Ai partecipanti sarà poi comunicato il programma in dettaglio.

Il messaggio per la Giornata per la custodia del Creato

L’invito a tutte le comunità parrocchiali di don Borroni, poi, è quello di valorizzare la Giornata, attraverso il messaggio dei vescovi italiani, dal titolo “‘Camminare in una vita nuova’ (Rm 6,4). La transizione ecologica per la cura della vita”.

«Si tratta di riprendere coraggiosamente il cammino, lasciandoci alle spalle una normalità con elementi contraddittori e insostenibili, per ricercare un diverso modo di essere, animato da amore per la terra e per le creature che la abitano», scrivono i vescovi nel testo, scaricabile a partire da questo link con materiale e sussidi per l’animazione nelle comunità.