«Guardiamo il mondo con gli occhi di Gesù»: messaggio del vescovo per il Natale dei Bambini

Facebooktwittermail

«Nel bimbo Gesù il cielo e la terra si toccano e suonano la musica delle cose. Guardiamo il mondo: Dio l’ha messo nelle nostre mani, noi possiamo farlo bello o renderlo brutto! La sua creazione è cosa bella e buona, ma il nostro mondo deve essere guardato con gli occhi di Gesù».
Guardare il mondo con gli occhi di Gesù, per imparare ad amarlo, ma anche per imparare a prendersene cura. E’ il cuore del messaggio di Natale del vescovo Franco Giulio Brambilla a tutti i bambini.

Martedì 12 dicembre in cattedrale, sarà consegnato agli alunni delle scuole del capoluogo durante il tradizionale Natale dei Bambini.

«Il vescovo quest’anno riprenderà i temi dell’Enciclica di Papa Francesco Laudato Si’. Tema dell’incontro sarà proprio : “Hai messo il tuo mondo nelle nostre mani” – spiega don Flavio Campagnoli, direttore dell’Ufficio catechesi e liturgia della diocesi -. A ciascuna classe sarà affidata una piantina di cui prendersi cura: un gesto simbolico che sottolinea come ciascuno, anche i più piccoli, è chiamato a custodire il creato».
Perché cura del creato, significa anche cura dell’Uomo: Gesù, scrive il vescovo ai piccoli, «Ci domanda di rispettare gli animali, ma soprattutto di custodire il cucciolo d’uomo. In particolare le donne e i bambini, che sono la nostra vita e la nostra tenerezza».

L’appuntamento in Cattedrale è a partire dalle 14. Prima dell’incontro i bambini saranno accompagnati a visitare una mostra sui problemi ambientali del pianeta.

Natale Bambini