Tribunale Ecclesiastico Diocesano

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Contatti
Via Puccini, 11
28100 Novara
e-mail  tribunale@diocesinovara.it
Vicario Giudiziale
don Carlo Monti
telefono 0321.661629
telefono parrocchia  0321.882119
e-mail  vicariogiudiziale@diocesinovara.it
Difensore del Vincolo
Promotore di Giustizia
don Fabrizio Poloni
telefono  0321.661627
e-mail cancelliere@diocesinovara.it
Notaio Attuario
Paola Rodini
telefono 0321.661628

 

Il ruolo e i compiti del Tribunale Ecclesiastico Diocesano
L’attività dei Tribunali Ecclesiastici è distinta in due ambiti: quello giudiziario e quello della giustizia amministrativa (non in senso pecuniario ma nel senso di attività esecutiva di governo).
L’attività giudiziaria verte soprattutto sulle cause di nullità matrimoniale (dette in gergo improprio “annullamento”) mediante le quali la Chiesa non “annulla”, ma prende atto, con seria indagine che un matrimonio era tale solo in apparenza. Questa attività è svolta dai Tribunali Ecclesiastici Regionali (T.E.R.) costituiti in Italia da Pio XI col Motu proprio Qua cura (12.8.1938).

La diocesi di Novara fa riferimento al Tribunale Ecclesiastico Regionale Piemontese (T.E.R.P.) con sede a Torino (via dell’Arcivescovado n.12 tel. 011.5156200) che ha il compito di istruire e decidere in 1° istanza le cause di nullità per il territorio della Conferenza Episcopale Regionale del Piemonte e della Valle d’Aosta; decide inoltre in 2° istanza, le cause istruite e decise in 1° grado dal Tribunale Ecclesiastico Regionale Ligure.
Presso la Curia di Novara riceve su appuntamento un Patrono stabile del T.E.R.P. che svolge attività di consulenza gratuita per coloro che intendono sottoporre al giudizio della Chiesa la validità del loro matrimonio. Il Patrono stabile, avv. Roberto Costamagna riceve in via Puccini 11 a Novara.
Per gli appuntamenti è possibile contattare Marisa Benedetti allo 0321-661652.

Il Tribunale Ecclesiastico Diocesano di Novara, nell’ambito dell’attività giudiziaria, esegue Rogatorie per conto dei Tribunali Ecclesiastici Regionali italiani ed esteri e per il Tribunale Apostolico della Rota Romana.
Nell’ambito della giustizia amministrativa il Tribunale Ecclesiastico Diocesano istruisce i procedimenti per la dispensa di matrimonio rato e non consumato; istruisce i procedimenti per lo scioglimento del matrimonio in favore della fede, in particolare il procedimento per la concessione del Privilegio paolino (di competenza del Vescovo diocesano) e per la concessione del cosidetto Priviegio Petrino di competenza della Congregazione della Dottrina della Fede.
La situazione odierna di immigrazione ha riportato all’attualità questi casi.