L’ultimo saluto a don Albino Cerutti, per oltre 20 anni parroco a Invorio

Facebooktwittergoogle_plusmail

Domenica 13 maggio, solennità dell’Ascensione e memoria della Madonna di Fatima, è morto a 87 anni, nella sua abitazione a Invorio Inferiore, il parroco emerito don Albino Cerutti. Nato ad Agrate Conturbia il 30 novembre 1930, è stato ordinato prete a Novara da Mons. Gilla Vincenzo Gremigni il 18 dicembre 1954.

Dal dicembre 1954 all’agosto 1955 don Albino è stato educatore nel seminario di Miasino. Dall’agosto 1955 all’aprile 1965, parroco di Villette e Vicario economo di Dissimo. Dall’aprile 1965 al primo luglio 1980 è stato parroco di Cesara e Vicario economo di Arola. Dal primo luglio 1980 all’ottobre 2002, parroco di Invorio Inferiore (dal primo gennaio 1993 anche amministratore parrocchiale di Invorio Superiore). Dall’ottobre 2002 era quiescente a Invorio.

Nel 2004 don Albino ha avuto la gioia di celebrare il cinquantesimo di ordinazione sacerdotale. La domenica 12 dicembre ad Agrate, accompagnato dall’allora parroco don Giacomo Boschetti e da padre Giancarlo Julita, rettore del santuario di Re e agratese di origine. Il 10 luglio nella comunità di Invorio. Tra i concelebranti erano presenti don Michele Valsesia e don Paolo Montagnini: due vocazioni maturate negli anni del suo ministero pastorale a Invorio. La sua comunità di origine – Agrate – e quella a cui si è dedicato per ventidue anni – Invorio Inferiore, insieme a quella di Invorio Superiore per circa dieci anni – lo hanno così circondato di affetto e gratitudine. Gli stessi sentimenti sono confluiti nella partecipazione, nella vicinanza e nella preghiera quando don Albino la lasciato la responsabilità pastorale. La dedizione di questo parroco veniva ricordata in queste parole sintetiche: “Don Albino ha portato un grande contributo al lavoro pastorale della parrocchia”, in riferimento sia al ministero della predicazione e dell’amministrazione dei sacramenti, sia alla cura delle strutture, in particolare della chiesa parrocchiale.

Don Albino ci ha lasciati mentre la Chiesa celebra il mistero di Cristo asceso al Cielo il quale – come recita il prefazio – “non si è separato dalla nostra condizione umana, ma ci ha preceduti nella dimora eterna, per darci la serena fiducia che dove è lui, capo e primogenito, saremo anche noi, sue membra, uniti nella stessa gloria”. Con questa speranza preghiamo per don Albino affidandolo al Padre ricco di misericordia, per l’intercessione della Madonna di Fatima.

Il funerale sarà celebrato martedì 15 maggio alle ore 15 nella chiesa parrocchiale di Invorio Inferiore dove ci sarà la recita del rosario lunedì 14 alle ore 19. Seguirà le sepoltura ad Agrate.

don Gianluigi Cerutti
vicario episcopale per il clero e la vita consacrata