Messa crismale: «Comunione e fraterna condivisione»

Facebooktwittergoogle_plusmail

Messaggio ai presbiteri diocesani, del vicario episcopale per il clero e la vita consacrata, in occasione della messa del Crisma.

Nella Messa crismale che vede il nostro presbiterio radunato nella comunione sacramentale e nella fraternità sacerdotale con il nostro Vescovo Franco Giulio vogliamo ricordare con intenso affetto i confratelli che non possono essere presenti a questa celebrazione:

  • i nostri missionari “fidei donum” che portano la “gioia del Vangelo” nel mondo e ci interpellano sull’urgenza missionaria di tutta la Chiesa;
  • i nostri confratelli che svolgono un ministero in altri luoghi fuori Diocesi e ci ricordano l’universalità della Chiesa una, santa, cattolica e apostolica;
  • i sacerdoti anziani che ringraziamo con tenerezza per la fedeltà, la generosità e la sapienza;
  • i sacerdoti ammalati che nelle loro prove più direttamente partecipano alla Passione del Signore.

A tutti giunga il profumo del bergamotto, per la preparazione del sacro crisma, che anche quest’anno abbiamo ricevuto in dono dalla Diocesi di Locri – Gerace.

«Possa tale essenza – come ha scritto il Vescovo di quella Chiesa Mons. Francesco Oliva – essere segno e fermento di comunione e di fraterna condivisione». Un segno confermato anche dalle nostre offerte che saranno destinate per sostenere le attività e i progetti delle Caritas Parrocchiali, dei Centri di Ascolto e dei Gruppi Vincenziani della nostra diocesi.

don Gianluigi Cerutti
vicario episcopale per il clero e la vita consacrata