Sabato 9 novembre, due appuntamenti in diocesi per incontrare Beatrice Fazi

Facebooktwittergoogle_plusmail

Due incontri in diocesi,  sabato 9 novembre, per incontrare Beatrice Fazi, attrice televisiva protagonista di una storia di conversione che porta dal dolore e dal senso di colpa, alla riconciliazione con il Signore e all’apertura alla vita.

Il primo è a Novara, presso il seminario di via Monte san Gabriele, alle ore 15. Organizzato dall’ufficio diocesano per la famiglia, in collaborazione con Agesc, associazione Nexus, Azione Cattolica, e Associazione Difenedere la Vita con Maria. Nell’incontro Fazi presenterà il suo ultimo libro “Un cuore nuovo”.

Il secondo è a Verbania, presso l’Oratorio San Vittore di Intra , in via Rosmini 24, a partire dalle ore 21. Organizzato dal Vicariato dei Laghi, l’incontro dal titolo “Perché credo in Dio?” e rientra nel ciclo – rivolto ai giovani del vicariato – “Il Caffè”.

Con una sincerità che sorprende, Beatrice Fazi – la Melina di “Un medico in famiglia” – racconterà il suo incontro con Gesù e la conversione religiosa che l’ha salvata da un profondo stato di disordine emotivo e alimentare, anche a seguito di un aborto praticato a vent’anni. Beatrice racconta del suo cuore diventato di pietra, incapace di provare sentimenti, e di quel pozzo senza fondo in cui era caduta, tormentata da una fame inestinguibile, fisica e psichica, che non riusciva a saziare in alcun modo. Dopo un periodo difficile in cui aveva persino iniziato a fare uso di stupefacenti, l’incontro casuale con una compagna di università la riavvicina a Dio. La catechesi sui Dieci Comandamenti, l’inserimento in una comunità del Cammino Neocatecumenale, un pellegrinaggio a Medjugorje e l’incontro con Pierpaolo, poi diventato suo marito, l’aiuteranno a recuperare un ritmo di vita regolare e un ordine nella quotidianità scandito dalla preghiera.