Battezzati e inviati

FacebooktwittermailFacebooktwittermail
Veglia missionaria diocesana
05-10-2019

Guardate come sono belli! Trentacinque sono andati e sono coloro che hanno lasciato i loro ceri qui davanti a noi. Due sono ritornati e sono mons. Guerino Ricardo Brusati e padre Massimo Casaro. Due ripartiranno suor Giustina e don Pierantonio. E una sarà inviata: Chiara Martini.

Dobbiamo ringraziare il Signore di questo bel segno per la nostra chiesa: lo dissi già a giugno alla Route, quando trentacinque giovani avevano acceso finalmente una grande luce, preceduta negli scorsi anni da alcune partenze ancora isolate, ma che avevano aperto la strada. Là in riva al lago d’Orta, avevamo dato il mandato a questi trentacinque giovani, che stasera – dopo la loro presentazione – si sono nuovamente seduti in mezzo a voi, come segno per la nostra chiesa che si è arricchita di gente che ha dedicato quasi un mese di attività in un paese di missione!

È tornato padre Massimo da una missione “formativa”, e che ci fa il dono di stare nei prossimi anni in mezzo a noi come animatore dei gruppi missionari e, in genere, del Centro missionario, perché è giusto che allarghiamo i nostri orizzonti. Ricordo spesso che cinquant’anni fa i gruppi missionari erano una delle realtà più floride in tutte le diocesi d’Italia. Poi c’è stata una specie di contrazione e depressione. C’è anche il ritorno di dom Guerino dopo trentasette anni, il quale come confratello vescovo trasmetterà qui la sua passione, il senso e il cuore della missione. E, infine, i nostri due missionari, Suor Giustina e don Pierantonio che ritorneranno in missione, rispettivamente in Mozambico e in Brasile.

[Prosegui la lettura nel PDF allegato]