Giornata del Seminario 2022

Facebooktwittermail

Domenica 23 gennaio si celebra la Giornata del Seminario.Di seguito la lettera a tutte le comunità del rettore don Stefano Rocchetti.

Giornata del Seminario 2022: “TEMPO DI SEMINA”

Gozzano   L’anno di formazione 2021-2022 è il primo che si svolge nel Seminario di Gozzano e quella del 2022 è la prima Giornata del Seminario dopo il trasloco che è avvenuto nel maggio del 2021; per questo nel manifesto abbiamo posto una foto del nuovo edificio: dopo il tanto lavoro speso per realizzare un’abitazione adeguata, l’impegno generoso che ha contraddistinto la sua preparazione, con la ristrutturazione degli ultimi due anni, ora occorre impegnarsi come singoli e come comunità, per farla diventare “casa”, luogo nel quale si instaurano relazioni significative, alte, evangeliche. La geografia degli spazi influenza i rapporti, i momenti di incontro, il tempo personale e, in ultima analisi, anche la stessa regola di vita; quando fai trasloco tante dinamiche cambiano.

Il Seminario è sempre un “Tempo di semina” in cui i semi della Parola vengono posti nel cuore dei ragazzi, in questo tempo, perché siano coltivati, irrigati, accompagnati, e diventino prima germogli e poi alberi che donano frutti buoni di servizio, di ministero, di testimonianza della fede. L’anno in corso è specialmente “Tempo di semina”, in un contesto nuovo che speriamo continui a dare frutti di Vangelo.

Questo è un po’ il cammino di questo primo anno gozzanese: trovare nuovi equilibri, considerando gli spazi più confortevoli e conformi ai nostri numeri, la bellezza indiscutibile del luogo, ma anche la fatica di avere ogni settimana almeno sei ore impegnate nei trasferimenti a Novara per frequentare i corsi del giovedì, del venerdì e del sabato presso la nuova struttura scolastica dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose in via Dominioni.

La Giornata del Seminario si svolgerà domenica 23 gennaio, o in altra data più consona, nelle parrocchie.

In Seminario il 23 vivremo un tempo di adorazione eucaristica, dalle 15 alle 17.00,

che si concluderà con il vespro alle 16.30 e la Santa Messa alle 17.

Invitiamo in quella data le parrocchie a pregare per i seminaristi, prendendo ancora a cuore il loro sostegno con l’affetto, l’intercessione e l’aiuto economico, perché le comunità abbiano sempre attenzione al cammino di ogni candidato al sacerdozio. La Giornata del Seminario è un invito a voler bene ai seminaristi, avendone cura umana, spirituale e materiale.

In Seminario, il 23, invitiamo amici del Seminario, gruppi, religiosi, per pregare e chiedere al Signore che mandi operai per la sua messe e custodisca nel cammino coloro che hanno risposto alla chiamata.

Chiedo, per motivi di spazio, che chi partecipare, mi avvisi (cell. 3286610964).

La comunità   La comunità è composta da 19 seminaristi di Novara, 2 di Vercelli e 2 di Biella, cui si aggiungono due propedeuti, uno di Ivrea e uno di Acqui.

La divisione per classi è la seguente: 2 propedeuti, 10 nel biennio, 8 nel triennio, 5 diaconi.

I diaconi trascorrono in comunità solo due giorni alla settimana, mentre nei restanti vivono in parrocchia, per completare la loro formazione pastorale pratica.

La comunità si allarga tenendo conto anche dei formatori: don Stefano Rocchetti come rettore, don Maurizio Poletti come direttore spirituale.

In Piemonte, in tutto, tra seminaristi e propedeuti abbiamo poco più di 70 persone.

Le provenienze Le provenienze vocazionali sono diverse: circa 15 seminaristi vengono da esperienze strettamente parrocchiali, per alcuni caratterizzate dalla vita d’oratorio; alcuni hanno vissuto una conversione in età adulta. Alcuni hanno conosciuto anche appartenenze ecclesiali e movimentistiche diverse prima di maturare la scelta vocazionale.

Le età  4 hanno almeno 40 anni, 9 tra i 30 e i 40, 10 meno di 30 anni; l’età media è circa 31.

La preghiera   La richiesta che facciamo è di ricordare esplicitamente nella vostra preghiera personale e comunitaria il Seminario, i formatori, i seminaristi, perché i futuri preti si formino secondo il cuore del Signore e l’insegnamento attuale della Chiesa.

Don Stefano Rocchetti – Rettore