Quella candida stola

FacebooktwittermailFacebooktwittermail
Omelia della Veglia pasquale nella Notte Santa
03-04-2021

Non è un angelo, ma è un giovane (Mc 16,5)! Con una stola candida (stolén leukén)! Sta seduto alla destra, come un messaggero divino! Subito è diventato un angelo (Mt), anzi due (Lc), perché solo in due possono testimoniare il grande racconto del Crocifisso risorto. E poi le donne che corrono al sepolcro, con i passi affrettati dall’amore e lo sguardo reso cristallino dalla tenerezza. Di buon mattino, il primo giorno della settimana, nell’aria tersa, lambite dai raggi di sole che s’affacciano all’orizzonte. È il dominicum, il “giorno del Signore”, il giorno dell’incontro col Risorto.  [Prosegui la lettura nel PDF allegato]